Il delitto con coetaneo e le giovani generazioni

Beata incoscienza è un modo di dire che si è sempre usato quando si aveva a che fare con delle persone anziane che si rivolgevano o parlavano di giovani, o per meglio dire di ragazzi e ragazze che ancora non si erano affacciati al mondo delle responsabilità più o meno adulte. Oggi ritorna, anche se sotto una accezione negativa, per un caso di cronaca che sta facendo per molti versi inorridire genitori e adolescenti, anche se più i primi che i secondi: il ragazzo che ha ucciso i genitori con l’aiuto di un complice suo coetaneo.
Quello che davvero fa impressione è che si è riusciti a convincere un ragazzo a compiere un gesto criminale per un anticipo di 80 euro con la promessa di altrettanti 920 euro. In totale mille euro. Tanti o pochi che siano, è pur sempre un atto criminale quello che è stato compiuto. E un ragazzo non se ne è letteralmente reso conto, perché se avesse avuto anche solo un barlume di raziocinio, non avrebbe accettato. Innanzitutto perché si può credere di farla franca con la polizia, ma ci vuole una mente criminale davvero acuta più che esperta per riuscirci fino in fondo. Davvero si può credere di metterla nel sacco alla polizia come si può credere di metterla nel sacco ad una selezionatrice di personale durante un colloquio di lavoro dopo aver palesemente falsificato i propri titoli di curriculum e non avere minimamente l’aria di uno che ne sa come ha detto nel suo foglio di presentazione ufficiale? Secondariamente la vita umana dovrebbe avere un valore, altrimenti uccidere sarebbe un atto più comune e meno sanzionato e con meno gravità. Quindi lo stupore e la vergogna sarebbero minori e non cosi palesi.
Alla fine del conto, quello che davvero scoccia, senza fare di tutta l’erba un fascio, è che una certa fetta delle giovani generazioni non si rende conto di quello che sta creando come precedente per tutti gli altri contemporanei e successivi. Si tratta in tutto e per tutto di una perdita di valori e di principi base, proprio terra terra. A cui non si dovrebbe e potrebbe mai derogare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...