Il crollo delle assunzioni e la possibilità di finanziare

E’ notizia il fatto che c’è stato un crollo delle assunzioni in Italia. E la maggior parte dei siti di informazione definiscono il fatto che gli incentivi del Governo Renzi sono terminati e sembrerebbe essere questa la causa di un crollo così repentino. Una volta Marco Travaglio, al festival del Giornalismo di Perugia, ha parlato di drogatura del mercato, cioè si è messo un pacco di soldi per far assumere alle imprese la gente ma adesso che il pacco è finito è finita, se si può dire così, la pacchia.
Si potrebbe discutere ore su come cercare di creare occupazione nel paese, molto probabilmente senza trovare una soluzione definitiva e condivisa. Però all’interno della discussione verrebbero fuori due elementi essenziali: il peso dei contributi e delle tasse da pagare per creare occupazione e l’insufficienza degli stipendi per il costo della vita.
Siccome queste due posizioni non sono molto conciliabili, una via di mezzo la si può trovare: rendere adeguabile la spesa del lavoro. Che consisterebbe nel dare al lavoratore e al datore del lavoro gli strumenti per poter tenere presso di se il lavoratore, da una parte, e dare al lavoratore a condizioni ben precise la certezza del lavoro.
E in questo caso dubito che il Pantalone di Stato debba mettere mano al portafogli. Perché basterebbe solo mettere in connessione lavoratore e datore di lavoro con strumenti che non stravolgano troppo la realtà. Un esempio pratico: perché non fare in modo che se una banca riceve un pacchetto di lavoratori per dei prodotti finanziari, come i conti correnti e i fondi pensione, quella banca possa far ritornare al datore di lavoro dei finanziamenti magari agevolati fiscalmente, che potrebbero far spendere volentieri i soldi dei contributi previdenziali obbligatori avendo la possibilità di spendere soldi per l’azienda e farla prosperare?
Il principio è semplicemente far circolare soldi. Che non siano di Stato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...