Cultura: “La preparazione e la letteratura”

ridotto divieto_sosta_biografico1
Nell’intervista di oggi che “Il Sabbatico“ di Melloni ha raccolto si dice una cosa molto importante: per leggere bisogna essere preparati. Per l’amor del cielo, leggere è la cosa più bella che possa esistere. Ma la domanda sorge da se: la recherche di Proust sarebbe una di quelle letture da dare con tanta facilità?
Dovrebbe esistere una autorità letteraria che stili un codice di comportamento che prenda esempio dai  videogiochi. Cioè per passare di livello in livello bisogna essere equipaggiati con tutto l’armamentario necessario.
Naturalmente una cosa del genere non potrebbe esistere, visto che non è del tutto scontato che un bambino di pochi anni capisca esattamente Virginia Woolf o Joyce come lo capisce un professore universitario sulla via per la pensione.
Ma il mondo delle librerie un codice deontologico per cui si vuole bene al proprio lettore tanto da vietargli una lettura lo dovrebbe stilare. Un poco come i tabaccai sono obbligati a vendere tabacco e altri oggetti sopra una certa età.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...