L’informazione alla conferenza stampa di Renzi e il lavoro di questo blog

Alla conferenza stampa di fine anno, visibile in un video registrato accessibile sul sito del Governo, del Presidente del Consiglio Matteo Renzi il giornalista e presidente dell’Ordine dei Giornalisti Enzo Iacopino, che ha aperto l’occasione con una presentazione, parla di serietà dell’informazione e della necessità di una riforma che possa dare ordine al disordine della stessa. Essendo per un certo verso chi scrive questo articolo un soggetto interessato, eccoci qua a fare un bilancio di questi mesi. Chi scrive questo vive ringraziando i propri genitori che lo aiutano a far si che questi articoli possano vedere la luce. Tutti i costi per il materiale prodotto sono racchiusi in una cifra fissa da cui non si esce minimamente. Questo non vuol dire che non si debba ringraziare il sito Bing per l’aggregatore di notizie che il sistema Microsoft Windows 8 possiede al suo interno e che permette di visualizzare articoli di diversa matrice a cui chi sta scrivendo attinge e che si possono vedere riportati nel link su ogni articolo da qualche tempo a questa parte. E non vuol dire che un buon servizio di informazione può costare all’osso fino a questo punto. Fare informazione ha costi molto abbondanti. Perché fotografare per il blog delle fotografie comporta viaggiare e trovare dei soggetti interessanti. Oppure perché il blog delle ricette comporta il trovare originalità nel cucinare che comporta utilizzare cibo che in un momento di crisi come questo comporta spesa, anche se irrisoria, in alimenti altrimenti utilizzabili. Quindi hanno ragione i veri giornalisti a denunciare il fatto che non si può tagliare fino allo scorticamento dell’osso i costi del fare informazione. Perché se non ci fossero i siti di informazione, come “Corriere della Sera” e compagnia andante, che fanno il lavoro di cercare e lavorare le informazioni che tutti possono leggere accedendo ai loro siti, questo blog sarebbe solo un diario filosofico dove si parla dei massimi sistemi e non si considera la realtà dei fatti circostanti.

Grazie a tutti quelli che leggono queste pagine. Grazie per l’ennesima volta. Perché i grazie non bastano mai. Grazie al Corriere della Sera, a La Repubblica, a La Stampa e a tutti i siti di informazione citati in queste pagine perché il loro lavoro è davvero encomiabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...