I matrimoni nel paese e la voglia di fare famiglia

L’Agenzia stampa britannica Reuters, nella sua sezione italiana, ha pubblicato una notizia che non racconta di politica – di cui si parla tanto ma che poi alla fine è uguale al parlare di calcio, dove tutti sono il commissario tecnico delle squadre – ne di economia. Bensì di uno studio dell’Istituto Nazionale di Statistica italiano, l’Istat. In questo studio si parla del fatto che in Italia i matrimoni sono diminuiti. Un dato interessante è quello che nel Nord Italia e nel Centro i matrimoni civili superano quelli davanti ad un sacerdote in Chiesa.

Parlare di matrimonio è qualcosa che si può fare se si è sposati, per non cadere nel facile moralismo o anche nel dire che è meglio o no sposarsi rispetto al contrario. C’è una cosa che si potrebbe derivare da questi dati: la voglia di fare famiglia sembrerebbe diminuita. Il ‘sembrerebbe’ è presto motivato: si può fare famiglia anche senza essere sposati. Anche se si tratta di una famiglia a metà, senza tutele e senza diritti, non vieta a nessuno lo Stato di crearne una così. Ma allora cosa spinge un uomo e una donna a eventualmente fare figli regolarmente riconosciuti senza mettersi in regola con il proprio paese, formalizzando una famiglia almeno con un matrimonio civile? Le responsabilità, anche se essere una coppia le comporta pur non scritte? I problemi che impediscono un eventuale ritorno alla famiglia di origine in caso di rottura? Le eventuali problematiche di scindere un matrimonio davanti ad un giudice con un avvocato? Se si intende la famiglia collegata al matrimonio si fa un collegamento erroneo: la famiglia non manca, è la forma che è cambiata. Esistono tante persone che fanno i debiti mutui delle famiglie che nascono, fanno figli senza diventare per legge una famiglia con matrimonio. E molto probabilmente, visto che servirebbe un sondaggio per accertarlo, si potrebbe ipotizzare una tutela legislativa anche per loro, non solo per quelli sposati anche solo civilmente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...